Ai Docenti, ai Genitori, agli Alunni, al Dsga, al Personale ATA

OGGETTO: Emergenza sanitaria da Coronavirus. Indicazioni operative deliberate dal Collegio dei Docenti.
Il Collegio dei Docenti, dato il prolungarsi della situazione di emergenza COVID-19, che ha ulteriormente prolungato il periodo di sospensione delle attività didattiche in presenza, facendo proprio l’art. 34 della nostra Carta Costituzionale, ha deliberato nella seduta svoltasi con modalità a distanza il 18.03.2020, le seguenti modalità operative:

  1. La giornata scolastica sarà articolata su cinque/sei moduli della durata di 50 minuti ciascuno. Le lezioni si svolgeranno dal lunedì al sabato e avranno inizio alle ore 8.30; la quinta ora terminerà alle ore 12.40 (lunedì – mercoledì – giovedì – sabato), la sesta ora avrà termine alle ore 13.30 (martedì – venerdì). I docenti si alterneranno nel rispetto del proprio orario di servizio.
  2. All’interno di ogni modulo di 50 minuti dovrà essere prevista una pausa di 10 minuti, al fine di evitare un affaticamento da videoterminale sia per i docenti sia per gli alunni.
  3. Tutte le alunne e tutti gli alunni seguiranno, secondo l’orario assegnato alla propria classe, le lezioni/attività/indicazioni dei docenti e svolgeranno regolarmente i compiti loro assegnati, controllando assiduamente e responsabilmente sul proprio registro elettronico le voci “Bacheca” e “Compiti assegnati”.
  4. Nel pieno rispetto del Nuovo Regolamento Europeo sulla Privacy, gli studenti sono tenuti a non far circolare su social, media e quant’altro, contenuti e forme (numeri di telefono privati, file audio, immagini di docenti e studenti, ecc.) delle lezioni realizzate dai propri insegnanti. (si rammenta che una eventuale indebita diffusione porterebbe a conseguenze anche di natura penale).
  5. Nell’ambito della propria autonomia didattica, al fine di rendere più efficace l’offerta formativa dell’Istituto, legata alla Didattica a Distanza (DaD) e, nell’esclusivo interesse del percorso di apprendimento di ogni singolo studente, i docenti utilizzano la piattaforma Google suite for Education, già da tempo attivata, con le diverse applicazioni in essa presenti e in particolare Google Classroom, per il materiale di studio e le attività assegnate, alternando, invece, per i momenti di interazione con le classi (videochiamate), l’applicazione Meet.
  6. I docenti compilano il registro elettronico, annotando sia l’argomento di lezione sia i compiti assegnati; scelgono le modalità di Didattica a Distanza con i mezzi disponibili ritenuti da ciascuno più appropriati, attraverso le quali promuovono e/o implementano il prosieguo dei percorsi didattici già avviati con gli studenti, indicando materiali di studio, compiti assegnati, consegne da rispettare, raccogliendo quanto inviato e condiviso con gli studenti.
  7. I docenti specializzati per il sostegno hanno, a seconda degli “alunni speciali” loro affidati attivato, d’intesa con le famiglie, le modalità DaD e le strategie didattiche più consone per favorire la socializzazione, la partecipazione alla vita di gruppo e il conseguimento degli obiettivi prefissi nel PEI.
  8. I docenti curriculari impegnati nel corso serale hanno già avviato modalità di Didattica a Distanza con i propri alunni, finalizzate al recupero dei contenuti disciplinari.
  9. I genitori sono invitati, al fine di promuovere appieno la sinergia scuola-famiglia, a prendere visione delle attività svolte e registrate dai docenti, collegandosi costantemente al Registro elettronico Didup (sia in Bacheca sia in Compiti assegnati).
  10. La Didattica a Distanza non può e non deve configurarsi come mera trasmissione di saperi/compiti, al contrario si delinea come interazione propositiva e relazione educativa con gli alunni, tenendo conto soprattutto dei processi e dei livelli di apprendimento conseguiti dagli stessi. Per promuovere la continuità dell’azione didattica ed evitare sovrapposizioni delle modalità DaD nell’arco della stessa giornata tra le diverse discipline, i docenti coordinatori di classe condivideranno le tipologie di attività da realizzare.

Pur consapevole che la DaD non potrà sostituire la “didattica in presenza”, fondata sulla relazione tra pari e con i docenti, nonché su processi di crescita culturale collettivi, in un momento complesso e problematico come quello che stiamo vivendo, sarà cura della scrivente unitamente alla indubbia professionalità dei docenti componenti i consigli di classe, attivare scelte didattiche responsabili riorganizzando la programmazione curriculare con modalità flessibili, che consentano ad ogni studente appartenente alla comunità del nostro Istituto di poter lavorare serenamente, costruendo il proprio percorso formativo.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Prof.ssa Anna Romanazzi
Firma autografa
omessa ai sensI dell’art. 3 del D. Lgs. n. 39/1993

Visite: 315

Torna su